L’INTERVISTA

Alberto Bassanello
Direttore Divisione Vendite Italia

Volendo tracciare un breve identikit della vostra azienda in questa prima fase post-pandemia come la descrivereste? Cosa è cambiato? Cosa si è consolidato?

A distanza di due anni dall’inizio della pandemia, possiamo senz’altro affermare che nulla è cambiato nel nostro modo di operare, nel nostro modo di leggere il mercato e le sue esigenze, nel nostro impegno a supporto dei clienti e nella costante attitudine all’innovazione, con una percentuale di investimenti in R&D che anche quest’anno ha raggiunto l’8% del fatturato. Caratteristiche che da sempre contraddistinguono lo stile Durst e che abbiamo potenziato durante l’emergenza sanitaria cercando di sfruttare al meglio gli strumenti tecnologici a disposizione, come lo smart working e le conferenze da remoto. E se inizialmente abbiamo “sofferto” insieme ai nostri clienti del LFP, possiamo dirci estremamente soddisfatti dei risultati ottenuti nel corso del 2021, che hanno superato ogni aspettativa, in particolare nei settori della cartotecnica, delle etichette e della stampa su ceramica.

Si parla di ripresa economica ma al contempo si affacciano problemi come la carenza di materie prime e di rincaro dell’energia e dei trasporti. Come affrontate queste criticità?

Per quanto riguarda la carenza di materie prime abbiamo adottato un’attenta politica di approvvigionamenti di componenti, inchiostri e altri consumabili, ampliando il più possibile le scorte a magazzino per evitare di mettere in difficoltà i nostri clienti. Per quanto riguarda gli incrementi dei prezzi, Durst ha cercato di assorbire direttamente i rincari. Ne è dimostrazione il fatto che i nostri listini sono rimasti pressoché invariati per tutto il 2021, subendo solo un lieve adeguamento a fine novembre.

Il periodo di restrizioni non ha fermato la ricerca e sviluppo delle aziende: quali nuovi prodotti e servizi avete lanciato nell’ultimo anno?

Restando fedeli alla nostra vocazione di azienda innovatrice, il 2021 è stato per Durst un anno di grandi anteprime. Tra le principali novità ricordiamo i sistemi di stampa della famiglia Durst P5 quali: l’ammiraglia P5 350 HS ad alte prestazioni, la rivoluzionaria P5 TEX iSub per la stampa diretta su tessuti in poliestere e P5 WT con inchiostri base acqua per il settore della cartotecnica. Anteprima mondiale anche per VariJet, il sistema di stampa digitale single pass per la cartotecnica firmato dalla JV KBA-Durst. Novità a cui si aggiunge il debutto europeo dei sistemi di stampa a marchio Vanguard Digital Printing, presentati in occasione di Viscom e Fespa.

Un altro tema urgente è quello della sostenibilità ambientale. Quali strategie state adottando in questo ambito?

Più che un’urgenza, riteniamo che il tema della sostenibilità ambientale sia di grande attualità ormai da alcuni anni. Un’esigenza che emerge anche dalle richieste sempre più puntuali che arrivano non solo da parte degli stampatori, ma anche dai clienti finali, che necessitano di prodotti stampati riciclabili e smaltibili con facilità e sicurezza. Per noi di Durst, inoltre, il tema della sostenibilità rappresenta da sempre un elemento chiave nello sviluppo di nuove tecnologie che puntano alla riduzione dei consumi, sia in termini di energia, sia in termini di inchiostri. Un impegno che si traduce anche nell’esclusivo utilizzo di inchiostri con certificazione Greenguard Gold e UL e nell’utilizzo di inchiostri base acqua certificati per imballi primari dedicati al mondo della cartotecnica.

LE SOLUZIONI

P5 250 WT è l’innovativa stampante multipass completamente automatizzata, equipaggiata con inchiostri base acqua certificati per imballi primari. Ideale per piccole e medie tirature, que­sta tecnologia risponde efficacemente alle esi­genze di qualità e produttività e vanta già diver­se installazioni in Italia, non solo nel settore car­totecnico, ma anche tra gli operatori della visual communication. Il sistema è contraddistinto da qualità ottica e tattile paragonabile all’offset, ve­locità fino a 300 mq/h, possibilità di stampare dal foglio A3 a lastre fino a 2, 5 metri. Il tutto uti­lizzando inchiostri base acqua Durst Food WT certificati per imballi primari.

Delta SPC 130 Flexline Automatic è il siste­ma di stampa che assicura prestazioni industriali per grandi tirature. SPC 130 raggiunge veloci­tà di stampa fino a 9.000 m²/h permettendo di convertire al digitale il comparto del packaging. Il tutto in ottica green, grazie agli inchiostri base acqua appositamente formulati, disponibili an­che nei colori arancione e viola che ampliano il gamut garantendo la piena conformità agli standard di sicurezza alimentare per imbal­laggi primari.

Un upgrade sicuramente molto interessante per i brand, in particolare del food & beverage, che si affidano a questa tecnologia per realizzare packaging utilizzando anche colo­ri spot. Altra novità, il nuovo primer che assi­cura una migliore qualità delle immagini, garan­tendo allo stesso tempo una riduzione dei costi di produzione. Inoltre, permette di impreziosire le stampe su cartone ondulato con nuovi effetti speciali. Delta SPC 130 Flexline Automatic può stampare con inchiostri base acqua food safe dal piccolo formato (500 x 600 mm) fino al lar­ge format (1.300 x 2.800 mm) con uno spes­sore massimo di 12 mm. Dotata di un sistema di alimentazione non-stop, consente la stampa single pass a quattro colori e include sistema di asciugatura e sistema di scarico automatico.

P5 350 HS è la rivoluzionaria stampante ad alta velocità, potenziata col nuovo siste­ma di automazione Durst Automat™. Ulti­mo modello della piattaforma tecnologica Durst P5, il sistema raggiunge velocità di stampa fi­no a 600 mq/h, il doppio rispetto alle versioni standard, affermandosi così come la ibrida più produttiva del mercato. Tra i plus anche l’ele­vata versatilità, garantita da funzionalità esclusi­ve come la stampa multiroll e multitrack 6, che hanno già contribuito al successo di tutta la serie P5.

Inoltre, il sistema è configurabile fi­no a un massimo di nove colori, compreso i light colors, bianco e vernice per la realizzazione di stampe multistrato e applicazioni speciali come gli effetti “Day & Night”, “In & Out” e fino a 12 strati di stampa a rilievo. Ad assicurare l’elevata versatilità di P5 350 HS anche la com­binazione con Durst Automat™, l’innovativo sistema di carico e scarico dei materiali ri­gidi completamente automatizzato che ren­de i processi di produzione ancora più efficienti.

DURST GROUP

Sede

Via Julius Durst, 4
39042 Bressanone (BZ)
Tel. + 39 0472 810211
dvi@durst-group.com
www.durst-group.com

Management

Christoph Gamper, CEO e comproprietario
Alberto Bassanello, Direttore Divisione Vendite Italia

Marchi rappresentati

Tutte le tecnologie di stampa della gamma Durst vengono ideate, progettate e prodotte da Durst Group, così come gli inchiostri. La gamma di prodotti commercializzati comprende tutte le soluzioni a marchio Durst, i sistemi di stampa della JV KBA-Durst e le tecnologie firmate Vanguard Digital Printing.

Rete di vendita

Durst Group opera a livello mondiale con sedi dirette produttive, commerciali e distributori e rivenditori autorizzati. La Divisione Vendite Italia segue direttamente i clienti italiani affiancata da una rete di agenti che operano in specifiche aree territoriali coprendo tutta la penisola.

Merceologia

Large format, Corrugated, Etichette, Ceramica, Tessile, Inks, Software, Purificatori d’aria.

Settori di attività

Progettazione, prestampa e software – Macchine, attrezzature, apparecchiature, impianti per stampa e converting – Prodotti di consumo – Servizi