Salta al contenuto

Cookie Notification Cookie Notification

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Category Menu Category Menu

Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

Indietro

Governo: una transizione più morbida dal cartaceo al digitale

Governo: una transizione più morbida dal cartaceo al digitale

Avevamo pubblicato ieri una notizia sulla preoccupazione espressa dal presidente della Federazione della Filiera della Carta e della Grafica, Felice Rossini, a proposito di un passaggio troppo brusco dal libro scolastico cartaceo a quello digitale. Oggi è arrivata in redazione una notizia che conferma lo slittamento in avanti dell'adozione del libro digitale nella scuola e che pubblichiamo integralmente: Felice Rossini, a valle

delle votazioni sul Decreto Crescita Bis, esprime apprezzamento per il lavoro svolto al Senato: «il Senato ha spostato in avanti l'adozione del libro digitale nella scuola, reso più flessibile l'opzione per le scuole e specificato bene che il libro cartaceo non può sparire dall'oggi al domani, in quanto ha una funzione molto importante nella didattica e nell'apprendimento e dunque deve rimanere disponibile come opzione accanto al libro digitale per docenti e studenti". Prosegue  Rossini: "Devo dare atto ai relatori del provvedimento e a tutta la commissione industria di aver saputo ben interpretare le istanze che sono emerse dalle realtà sociale e industriale del paese e che avevamo rappresentato in audizione, istanze che hanno la stessa dignità dell'importante opportunità rappresentata dal mondo digitale.  Inoltre questa transizione coinvolgerà in serio molte aziende e molti lavoratori per i quali adesso, grazie al lavoro del Senato, esiste un minimo lasso di tempo per potersi riorganizzare e pensare un futuro cercando di gestire la transizione al meglio. Non siamo in un momento in cui ci possiamo permettere di chiudere i cancelli delle imprese e lasciare fuori i lavoratori.».   

dicembre 05, 2012

 
 

comments powered by Disqus
 

Lead contact Form Lead contact Form

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Newsletter Mailup Newsletter Mailup

STAMPAMEDIA NEWS

ISCRIVITI

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Icon
TECNOLOGIE E CONSUMABILI

Sotto i riflettori

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Icon
SERVICE DI STAMPA

W2P HUB

Stampatori online

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Icon
DATABASE

I FORNITORI

Industria della Stampa

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Icon
DATABASE

I GREEN

Industria della Stampa

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Icon
CLASSIFICHE

I 590 BIG

della Stampa

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

 

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

// ]]>