Salta al contenuto

Cookie Notification Cookie Notification

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Category Menu Category Menu

Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

Indietro

Editoria, allo studio credito di imposta per l’acquisto della carta per giornali e libri. Possibili controlli sulla sicurezza nelle aziende

Editoria, allo studio credito di imposta per l’acquisto della carta per giornali e libri. Possibili controlli sulla sicurezza nelle aziende

«Stiamo studiando un nuovo pacchetto di misure economiche per il settore editoriale per assicurare la tenuta del comparto». Questo l'annuncio che il sottosegretario all'Editoria, Andrea Martella, ha fatto ieri, 29 aprile, nel corso dell'audizione in commissione Cultura alla Camera (nella foto in alto e visibile in versione integrale a questo link), sottolineando che si tratta di "misure ispirate a una logica di filiera".

Martella ha sottolineato che, "oltre al rafforzamento degli incentivi alla ripresa degli investimenti pubblicitari da parte delle imprese", si sta valutando anche per il prossimo decreto l'introduzione di un credito di imposta ad hoc per i servizi digitali (per i quali, ha sottolineato Martella, in queste settimane di emergenza le aziende hanno fatto investimenti per poter proseguire le attività, si pensi a servizi di hosting, server e telefonici per poter lavorare da remoto) e di un «credito di imposta per l'acquisto della carta per i giornali, sul quale stiamo lavorando con il ministero dei Beni Culturali per estenderlo eventualmente anche al libro» e "la forfettizzazione delle rese dei giornali che vorremmo portare al 100% per abbattere il peso dell'imposizione Iva a beneficio dell'intera filiera". 

Martella ha poi ricordato il ruolo centrale svolto dalle agenzie di stampa e dalle edicole anche in questo periodo di emergenza, ritenendo che debbano poter beneficiare di un bonus una tantum per servizi come la consegna a domicilio di giornali e riviste svolti nel corso di queste settimane.

La segnalazione

Nel corso dell'audizione il deputato del Movimento 5 stelle Paolo Lattanzio (a partire dal minuto 1.05.35 dell'audizione) afferma di aver ricevuto una segnalazione «da parte della Elcograf di Melzo, ma che vale per tante altre aziende all'interno delle quali lavorano poligrafici e stampatori, che segnalano una grande difficoltà nella disponibilità dei dispositivi di protezione individuale. Chiedo in maniera molto pratica - continua Lattanzio - se sono già previsti o saranno previsti di qui a breve degli interventi per verificare nello specifico in queste aziende, che sono già esposte a dei rischi elevati, quale sia la situazione. Tanto più che queste difficoltà di reperimento materiali si vanno ad aggiungere a difficoltà aziendali in seguito a ristrutturazioni che comportano l'ulteriore rischio di perdita di posti di lavoro», conclude Lattanzio. La risposta di Martella arriva arriva in chiusura di audizione (dal minuto 1.50.15 dell'audizione): «Non sono in grado di rispondere qui alla sua domanda sulla Elcograf - esordisce il sottosegretario all'Editoria in merito alla specifica segnalazione esposta dal deputato Lattanzio -. La Elcograf è una delle aziende che ha fatto domanda al ministero del Lavoro per i prepensionamenti. Ricordo che per quanto riguarda il lavoro, bisogna che si attenga al pieno rispetto del protocollo di sicurezza sui luoghi di lavoro che è stato firmato a marzo e poi aggiornato il 24 aprile e che prevede che ci siano delle regole. Anzi, secondo me si tratta di entrare in una seconda fase: della piena applicazione di quell'accordo anche con verifiche che possono essere fatte nei luoghi di lavoro», conclude Martella.

L'appello dal mondo del libro

Ed è sempre della giornata di ieri l'appello "che non può essere disatteso", lanciato congiuntamente da AIB - Associazione Italiana Biblioteche, AIE - Associazione Italiana Editori e ALI - Associazioni Librai Italiani perché siano messe in atto misure straordinarie e urgenti per salvare il mondo del libro e ripartire. «La priorità in questo momento è salvare il settore con un piano di aiuti immediati che diano liquidità e sostegno a tutti i soggetti della filiera» spiegano i tre presidenti Rosa Maiello (AIB), Ricardo Franco Levi (AIE) e Paolo Ambrosini (ALI), che a nome dei loro rappresentati chiedono "interventi immediati a sostegno di imprese, specie le più piccole, di biblioteche, di lavoratori, autori e traduttori" e, accanto agli ammortizzatori sociali e al sostegno alla liquidità delle imprese, chiedono "risorse alle biblioteche di pubblica lettura per un piano straordinario di acquisti di libri, con particolare attenzione alle librerie del territorio, e un sostegno diretto che favorisca l'acquisto dei libri destinato ai consumatori, ai lettori, alle famiglie con uno strumento analogo al bonus cultura, la cosiddetta 18App, che si è dimostrato di straordinaria efficacia". Costo della carta, spesa per gli affitti e per l'adeguamento delle sedi sono altre leve su cui intervenire per dare sollievo alla filiera, conclude una nota inviata da Aie.

di Giulia Virzì

Leggi anche:

Rotolito diversifica nelle barriere in plexiglass. Elcograf riorganizza e ferma la ex Grafiche Pizzi

Coronavirus, le aziende nella Bergamasca: non si ferma la Elcograf, stop a Pigna e legatoria Boost

Elcograf, lavoratori in sciopero per paura del contagio da coronavirus

Rotolito, Elcograf e altre: la situazione nelle aziende dopo il decreto che "chiude" l'Italia per coronavirus

Pronto il piano di Elcograf per 250 prepensionamenti

Elcograf verso la riorganizzazione degli impianti e il ricorso ai prepensionamenti

Ddl Editoria è legge, sconti sui libri al 5% e tax credit alle librerie

Pirateria del libro: ogni anno persi 528 milioni, in fumo 3.600 posti di lavoro. L'indagine Ipsos per AIE

Prepensionamenti stampatori e poligrafici: fondi per oltre 60 milioni di euro fino al 2027

Legge di Bilancio, emendamento su prepensionamenti stampatori (ispirato dalla Elcograf)

Coronavirus, AIE: quasi 40 milioni di libri non saranno stampati nel 2020. Entrata in vigore la legge sul libro

Il mercato dei quotidiani in Italia, l'inchiesta del Poligrafico (infografica animata)

Contro la crisi dei quotidiani in arrivo finanziamenti con la legge Editoria 5.0

aprile 30, 2020

 
 

comments powered by Disqus
 

Lead contact Form Lead contact Form

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Newsletter Mailup Newsletter Mailup

STAMPAMEDIA NEWS

ISCRIVITI

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Icon
TECNOLOGIE E CONSUMABILI

Sotto i riflettori

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Icon
SERVICE DI STAMPA

W2P HUB

Stampatori online

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Icon
DATABASE

I FORNITORI

Industria della Stampa

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Icon
DATABASE

I GREEN

Industria della Stampa

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Icon
CLASSIFICHE

I 590 BIG

della Stampa

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

 

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

// ]]>