Salta al contenuto

Cookie Notification Cookie Notification

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Category Menu Category Menu

Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

Indietro

Segnali di ripresa dal mercato editoriale: a luglio dimezzata la perdita di fatturato dei libri

Segnali di ripresa dal mercato editoriale: a luglio dimezzata la perdita di fatturato dei libri

Una notizia incoraggiante per gli stampatori di prodotti editoriali. Perché, superata la fase più dura della pandemia e quindi quella del lockdown, con le librerie chiuse e le vendite affidate unicamente al canale online, il mercato del libro da maggio a luglio ha rialzato la testa. I dati, presentati il 28 luglio con un video sul sito dell'Associazione italiana editori (e riferiti all'indagine condotta insieme con Nielsen e IE-Informazioni Editoriali fino all'11 luglio) mostrano infatti, come ha spiegato il presidente di Aie Ricardo Franco Levi "incoraggianti segnali di ripresa".

Per Levi (nella foto a sinistra), a tre mesi dalla riapertura delle librerie dal periodo più duro affrontato dal settore a causa dell'emergenza Covid-19, in fondo al tunnel si vede "una luce che ci dà speranza di tornare alla normalità". Il settore ha dimostrato di saper resistere e "il mercato del libro indica una via verso la ripartenza a tutta l'economia e la società italiane". All'11 luglio, infatti, la perdita di fatturato anno su anno dell'editoria varia e tenendo conto dei prezzi di copertina, ha spiegato Giovanni Peresson dell'Ufficio studi Aie, si è ridotta all'11%. Una perdita praticamente dimezzata rispetto al -20% registrato al 18 aprile.

In una precedente ricerca a cura del Centro per il Libro e la Lettura e AIE sui consumi culturali durante il lockdown, pur in un quadro in cui la lettura di libri cedeva il passo rispetto alla necessità di informazioni, al lavoro e alla didattica a distanza e a un aumento dei consumi televisivi, era emerso che gli italiani che prevedevano di leggere più libri nella seconda parte del 2020 di quanto non avessero fatto nei mesi di chiusura, erano quasi 5 punti percentuali (4,7%) in più di quelli che pensavano di ridurre il tempo dedicato a leggere. Al contrario, i "pessimisti" prevalevano sugli "ottimisti" nelle prospettive di andare a teatro (-39 punti), ad ascoltare concerti (-36), al cinema (-28) e a visitare musei e mostre (-27).

Il mercato del libro nei canali trade (librerie, store digitali, grande distribuzione) quindi nella prima metà del 2020 (con data di riferimento sempre l'11 luglio) valeva 533 milioni di euro, in calo dell'11% rispetto ai 600 milioni dello stesso periodo del 2019. Ma al 18 aprile, dati della precedente indagine, la perdita cumulata dell'anno era ben più superiore e pari al 20% (363 milioni rispetto ai 455 dello stesso periodo dell'anno scorso). Il dimezzamento della perdita, rileva l'Aie, è dovuto al fatto che da metà giugno gli italiani sono tornati a comprare in librerie e grande distribuzione quanto nell'anno precedente, mentre gli acquisti online sono aumentati rispetto al 2019, consentendo così un primo recupero delle quote perse nei mesi precedenti.

Pur fornendo un dato parziale, le librerie e gli store online che fanno parte del circuito Arianna, che non comprende Amazon e la catena Giunti (fonte: ibuk.it, IE-Informazioni Editoriali), dopo aver registrato un picco negativo del meno 70% nelle vendite settimanali tra marzo e aprile, dalla metà di giugno sono tornate a vendere all'incirca quanto l'anno precedente, con una punta del +2,5% nella settimana che si è chiusa il 19 luglio. Sommando Amazon, di cui però Aie non dispone di dati puntuali settimana per settimana, il risultato dell'ultimo mese sarebbe nettamente positivo.

Sempre riferendosi ai dati fino all'11 luglio, le vendite nei canali fisici (librerie e grande distribuzione) hanno, ha spiegato sempre Peresson, recuperato quote di mercato rispetto al 18 aprile, passando dal 52% al 56%, mentre gli store online sono scesi dal 48% al 44% e a marzo, nel pieno del lockdown, avevano toccato una punta del 73%. Nello stesso periodo del 2019, i canali fisici erano al 70% e gli store online al 30%. Quindi, a fronte di questo recupero a tre mesi dalla riapertura dei punti vendita fisici, saranno i prossimi mesi, secondo l'Aie, a dire se il recupero di librerie e grande distribuzione continuerà o se i mesi di chiusura hanno accelerato un processo di rafforzamento dei canali online che era già in corso negli anni precedenti. La presentazione integrale e i materiali dell'indagine Aie-Nielsen-IE, sono disponibili sul sito Aie.

Di Achille Perego

Leggi anche:

Premio Strega, tiratura notturna in Grafica Veneta per la vittoria di Veronesi

Mercato del libro, Aie: meno 8 milioni di copie vendute solo nella varia nei primi 4 mesi del 2020

Decreto rilancio, bonus pubblicità 2020: credito d'imposta al 50% sugli investimenti

Decreto Rilancio, le misure per l'editoria: credito d'imposta per la carta dei giornali e per i servizi digitali

Emergenza Covid 19, l'impatto e le strategie per la ripartenza. L'indagine di Stampamedia sugli stampatori italiani

Coronavirus, AIE: quasi 40 milioni di libri non saranno stampati nel 2020. Entrata in vigore la legge sul libro

Dopo milioni di mascherine, il libro: "Servono misure d'emergenza". Intervista a Fabio Franceschi, patron di Grafica Veneta

Ddl Editoria è legge, sconti sui libri al 5% e tax credit alle librerie

Pirateria del libro: ogni anno persi 528 milioni, in fumo 3.600 posti di lavoro. L'indagine Ipsos per AIE

Il mercato dei quotidiani in Italia, l'inchiesta del Poligrafico (infografica animata)

Contro la crisi dei quotidiani in arrivo finanziamenti con la legge Editoria 5.0

luglio 28, 2020

 
 

comments powered by Disqus
 

Lead contact Form Lead contact Form

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Newsletter Mailup Newsletter Mailup

STAMPAMEDIA NEWS

ISCRIVITI

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Icon
TECNOLOGIE E CONSUMABILI

Sotto i riflettori

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Icon
SERVICE DI STAMPA

W2P HUB

Stampatori online

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Icon
DATABASE

I FORNITORI

Industria della Stampa

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Icon
DATABASE

I GREEN

Industria della Stampa

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Icon
CLASSIFICHE

I 590 BIG

della Stampa

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

 

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

// ]]>